Sto manipolando mio narcisista?

Da Sam Vaknin

Autore di “narcisismo maligno: narcisismo rivisitato”

Tutto sommato, ci sono tre modi per manipolare il narcisista:

(1) per trattenere il rifornimento narcisistico da lui finché egli venga, cappello in mano, implorando di più e poi si può denominare il prezzo e dettare i termini;

(2) di voi stessi costituiscono una fonte affidabile di alta qualità fornitura e quindi promuovere nel narcisista dipendenza e aderenza al tuo minimi ha bisogno e desideri;

(3) a prendere parte attiva nel rinforzare e difendere fantasie grandioso di narcisista, per colludere in una psicosi condivisa e così lo rendono suscettibili di vostri desideri e le priorità, purché siano perfettamente conformi alle sua narrazione delirante.

L’ironia è che narcisisti, che si considerano mondane, esigente, informato, scaltro, erudito e astuto – sono in realtà più credulone rispetto alla media. Infatti, essi sono falsi. Lo sé è falso, loro vita un confabulation, loro test di realtà andato. Vivono in una terra di fantasia tutti i propri in cui essi sono al centro dell’universo, ammirato, temuto, tenuto in soggezione e rispettati per la loro onnipotenza e onniscienza.

Narcisisti sono inclini al pensiero magico. Essi tenersi immune alle conseguenze delle loro azioni (o inazione) e, quindi, di là di punizione e le leggi del Man. narcisisti sono facilmente persuasi ad assumere rischi irragionevoli e aspettatevi miracoli accadere. Spesso si trovano sul lato ricevente di truffe di investimento, per esempio.

Sensazione di narcisisti il diritto di denaro, potere e onori incommensurabili con i loro successi o fatica. Il mondo, o Dio, la nazione, o società o le loro famiglie, colleghi di lavoro, i datori di lavoro, anche vicini di casa dobbiamo loro un’esistenza senza problemi, esaltata e lussuosa. Sono bruscamente scioccati quando sono penalizzati per loro colpa o quando le loro fantasie rimangono solo quello.

Il narcisista crede che è destinato alla grandezza – o almeno la vita facile. Si sveglia ogni mattina completamente pronto per un colpo fortuito di fortuna. Che spiega comportamenti sconsiderate di narcisista e sua lazed mancanza di autodisciplina. Viene inoltre spiegato perché è così facilmente ingannato.

Giocando sul narcisista grandiosità e paranoia, è possibile ingannare e manipolare lui senza sforzo. Solo offrirgli rifornimento narcisistico – ammirazione, affermazione, adulazione – ed è tuo. Arpa su sue insicurezze e le sue delusioni persecutory – e rischia di fido solo di te e si aggrappano a te per la vita cara. Paranoia e grandiosità alterare la prova di realtà di narcisista e portano all’erezione del complesse e dispendiose difese contro le minacce inesistenti.

Narcisisti attirano abuso. Altezzoso, sfruttamento, esigente, insensibile e rissoso – tendono a disegnare obbrobrio e provocare rabbia e perfino l’odio. Dolorosamente manca di abilità interpersonali, privo di empatia e bagnato nella fastidiose fantasie grandiose – non invariabilmente riescono ad attenuare l’irritazione e la rivolta che inducono in altri.

Successo narcisisti sono spesso presi di mira da stalker ed erotomaniacs – malati di solito persone che sviluppano una fissazione di natura sessuale ed emotiva sul narcisista. Quando inevitabilmente respinti, diventano anche violento e vendicativo.

Narcisisti meno prominenti finiscono per condividere la vita con co-dipendenti e invertito narcisisti.

Situazione di narcisista è aggravata dal fatto che, spesso, il narcisista se stesso è un aggressore. Come il ragazzo che gridava “lupo”, la gente non crede che egli stesso l’autore delle gesta eclatanti può cadere preda di maltrattamento. Essi tendono a ignorare e scartare grida di narcisista di aiuto e non credono sue proteste.

Il narcisista reagisce agli abusi come farebbe qualsiasi altra vittima. Traumatizzato, che passa attraverso le fasi di negazione, impotenza, rabbia, depressione e accettazione. Ma, le reazioni di narcisista sono amplificate dalla sua frantumi senso di onnipotenza. Umiliazione di razze di abuso. Per il narcisista, impotenza è un’esperienza di romanzo.

I meccanismi di difesa narcisistica e delle loro manifestazioni comportamentali – rabbia diffusa, idealizzazione e svalutazione, sfruttamento – sono inutili quando si confrontano con uno stalker determinato, punitivo o delirante. Che il narcisista è lusingato dall’attenzione che riceve da chi abusa, lo rende più vulnerabili alla manipolazione del primo.

Né può il narcisista venire a patti con il suo bisogno di aiuto o riconoscere che il comportamento illecito da parte sua può aver contribuito in qualche modo alla situazione. Sua immagine di sé come una persona infallibile, possente, onnisciente, gran lunga superiore agli altri, non fargli ammettere di carenze o errori.

Come progredisce l’abuso, la si sente narcisista sempre più le spalle al muro. Suoi bisogni emotivi in conflitto – per preservare l’integrità del suo falso sé grandioso anche come egli cerca molto bisogno di sostegno – posto uno sforzo insopportabile per il precario equilibrio della sua personalità immatura. Il decompensation (la disintegrazione dei meccanismi di difesa di narcisista) conduce a comportarsi fuori e, se l’abuso è prolungato, di ritiro e persino di micro-episodi psicotici.

Atti abusivi in se stessi sono raramente pericolosi. Non così le reazioni di abusare – soprattutto, la schiacciante senso di violazione e di umiliazione. Quando ha chiesto come è il narcisista probabile reagire ai maltrattamenti continui, ho scritto questo in uno dei miei FAQ di narcisismo patologico:

“La reazione iniziale del narcisista a un’umiliazione percepita è un rifiuto cosciente dell’input umiliante. Il narcisista cerca di ignorarlo, parlarne fuori dall’esistenza o sminuire la sua importanza. Se questo meccanismo grezzo di dissonanza cognitiva non riesce, il narcisista ricorre alla negazione e repressione del materiale umiliante. Egli “si dimentica” tutto su di esso, si ottiene dalla sua mente e, quando viene in mente, nega.

Ma questi sono di solito mere misure di ripiego. I dati preoccupanti sono associati ad interferire sulla coscienza tormentata di narcisista. Una volta consapevoli della sua ricomparsa, il narcisista utilizza fantasia per contrastare e controbilanciare. Immagina tutte le cose orribili che egli avrebbe fatto (o farà) alle fonti della sua frustrazione.

È attraverso la fantasia che il narcisista cerca di riscattare il suo orgoglio e dignità e di ristabilire il suo danneggiato senso di unicità e grandiosità. Paradossalmente, il narcisista non dispiace essere umiliato se si trattasse di fargli più unico o per attirare più attenzione alla sua persona.

Per esempio: se l’ingiustizia coinvolti nel processo di umiliazione è senza precedenti, o se l’umiliante atti o parole posizionare il narcisista in una posizione unica, o se lo trasformano in un personaggio pubblico – il narcisista cerca di incoraggiare tali comportamenti e di suscitare loro da altri.

In questo caso, egli fantastica come lui con aria di sfida svilisce e svilisce i suoi avversari imponendo loro di comportarsi barbaramente e ancor più di prima, affinché la loro condotta ingiusta è universalmente riconosciuto come tale e condannato e il narcisista è rivendicato pubblicamente e il suo rispetto di sé restaurato. In breve: il martirio è buono un metodo per ottenere narcisista fornire come qualsiasi.

Fantasia, però, ha i suoi limiti e una volta raggiunto, il narcisista è probabile che si verifichino ondate di self-hatred e disgusto di sé, i risultati di impotenza e di realizzare le profondità della sua dipendenza da rifornimento narcisistico. Questi sentimenti culminano in grave aggressione auto-diretto: depressione, comportamenti distruttivi, autolesionisti o ideazione suicidaria.

Questi auto-negazione reazioni, inevitabilmente e, naturalmente, terrorizzare il narcisista. Egli cerca di proiettarle al suo ambiente. Egli può scompenso attraverso lo sviluppo di tratti ossessivo-compulsivo o passando attraverso una microepisode psicotici.

Fortunatamente, il processo è interamente reversibile quando il rifornimento narcisistico viene ripreso. Quasi immediatamente, le altalene di narcisista da un polo a altro, da essere umiliato per essere euforici, da essere messo giù per essere reintegrato, da essere al fondo della propria, immaginato, pit to che occupa la parte superiore della sua propria, immaginato, collina.”

I commenti sono chiusi.